Benessere, Funzionamento psicologico, Psicologia della vita quotidiana

3 BENEFICI DELLA LETTURA

Il 23 Aprile si festeggerà la Giornata Mondiale del libro e avranno luogo differenti manifestazioni in tutto il mondo, a Milano ci sarà “Tempo di libri”  alla Fiera Milano Rho invece a Barcellona si celebrerà la tradizionale festa di Sant Jordi durante la quale gli innamorati regalano rose e le innamorate contraccambiano con libri.

I dati ISTAT del 2015 sulla lettura in Italia indicano che solo il 42% della popolazione legge un libro all’anno e di questi il 45,5% viene considerato lettore “debole”, non avendo letto più di tre libri all’anno, mentre il 13,7% viene definito lettore “forte”, leggendo almeno un libro al mese.

L’attività di leggere in genere viene considerata come qualcosa che si ama o che si odia, ma non tutti sanno che il piacere della lettura si può apprendere e apprendendola si possono ottenere 3 benefici:

  1. Sviluppa la creatività: quest’ultima viene considerata prerogativa per i giovani, ma se consideriamo che in una società liquida come la nostra ci è richiesto di ri-inventarci continuamente e di inventarci il lavoro, forse la creatività potrebbe essere una risorsa da non sottovalutare. Inoltre questa abilità risulta essere anche un valore aggiunto nell’affrontare le problematiche che incontriamo sul lavoro, poiché la competenza a volta non è sufficiente per permetterci di individuare delle soluzioni adeguate.

La creatività viene allenata con la lettura e questo risulta evidente sia in grandi che piccoli. I bambini adorano ascoltare le storie perché queste permettono loro di conoscere ed esplorare mondi che sono diversi dalla realtà, di indentificarsi con personaggi con caratteristiche leggendarie e che vivono avventure inimmaginabili, d’altra parte molti adulti rimangono delusi dopo la visione di un film che tratta la storia di un libro che hanno  letto, questo fenomeno ci mostra come la nostra creatività riesca ad aggiungere alla storia narrata delle caratteristiche che la rendono ancora più apprezzabile dal nostro punto di vista.

  1. Mantiene attive le funzioni cognitive: leggere è un’attività complessa e se da una parte la dislessia ci ha reso noto come possa essere difficile apprendere questa capacità, dall’altra parte non dobbiamo ignorare che un’abilità complessa come la lettura ricopra un ruolo determinante per mantenere attive le funzioni cognitive durante tutto l’arco della vita. Uno studio del 2013 pubblicato su Neurology mostra come le persone impegnate in attività quotidiane complesse, come leggere e scrivere, posticipano il declino e lo riducono sia in termini di gravità sia in termini di velocità, pertanto leggere è un’opportunità per prevenire eventuali demenze.

Inoltre, leggere spesso ci permette di confrontarci con pensieri e realtà diverse da quelle con le quali siamo in contatto e questo ci permette di ampliare le nostre vedute e di sviluppare maggiore flessibilità cognitiva.

  1. Accresce l’intimità nelle relazione: condividere le letture è un momento in cui si crea un’atmosfera intima, spesso viene fatto in luoghi silenziosi dove le persone si ritrovano a stretto contatto. Il più conosciuto momento di condivisione della lettura è “La storia della buonanotte” in cui la mamma o il papà racconta una storia per accompagnare i propri figli nel mondo di Morfeo senza lasciarsi prendere da alcuna paura, questo momento è determinante per la costruzione delle relazioni con il proprio figlio perché consente di sintonizzarsi emotivamente e di avere un momento di tranquillità in cui si può anche prendere spunto dalle storie e parlare di alcuni argomenti che in altri momenti della giornata è più difficile condividere.

La lettura è consigliata a tutti e anche le persone con problemi di vista oppure i dislessici perché per loro esiste un servizio gratuito chiamato “Il libro parlato”  che mette a disposizione audio-libri con i quali è possibile continuare a far viaggiare la fantasia, tenere allenata l’attenzione uditiva e la memoria, infine creare dei momenti di condivisione con altri, siano essi familiari o amici.

Adesso che spero di avervi convinto a continuare o iniziare a leggere passiamo a che cosa si può leggere. Recandovi alla vostra biblioteca potrete richiedere username e password per accedere a moltissime risorse tra cui libri (cartacei o ebook), quotidiani e riviste, oppure potreste chiedere consigli di lettura ai bibliotecari.

Non mi resta che augurarvi buona lettura!

Dott.ssa Samantha

Immagine acquisita da Google Immagini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /home/psicol08/public_html/wp-content/plugins/yikes-inc-easy-mailchimp-extender/public/classes/checkbox-integrations.php on line 121