Benessere, Funzionamento psicologico, Psicologia della vita quotidiana

Vediamo insieme che cos’è l’empatia?

Spesso si sente parlare di empatia, una capacità relazionale molto complessa ma di primaria rilevanza.

A molti saranno capitate quelle situazioni in cui ci si sente un po’ soli e anche confrontandosi con altri si ha l’impressione di non esser stati capiti oppure può esser capitato che durante una discussione con il vostro partner vi siate sentiti dire: “Tu non mi capisci!”.

Questa frase cosa intende realmente? L’altra persona parla un’altra lingua? In alcuni casi può essere.

Abbiamo difficoltà ad ascoltare le parole del partner? Abbiamo difficoltà a comprendere? Sono entrambe domande alle quali si può rispondere “Forse!”.

Ma una volta costatato che il nostro udito funziona bene, che tutto sommato la lingua la comprendiamo bene e che stiamo comunicando in modo da comprenderci a vicenda, probabilmente la difficoltà di comunicazione non è linguistica ma emotiva; la richiesta che si cela dietro a questa affermazione è una richiesta di empatia.

L’empatia è una delle competenze principali nelle relazioni intersoggettive ed è l’abilità nel percepire l’emozione dell’altro, riconoscerla e rispondere in modo appropriato.

Ogniqualvolta entriamo in relazione con un’altra persona ci sintonizziamo con il suo stato emotivo perché mediante le sue parole e il suo comportamento riusciamo a catturare ulteriori elementi che ci permettono di interpretare in maniera completa il messaggio che ci è stato inviato.

Ne consegue che avendo l’empatia un ruolo così determinante in ogni piccola interazione, è fondamentale quando si tratta di relazioni durature con un importante investimento emotivo, come quello con il proprio partner o con i propri figli.

L’empatia è un’abilità che richiede di utilizzare uno strumento che siamo noi stessi. Ciascuna persona per poter essere empatica con un’altra deve sintonizzarsi anche con il proprio stato emotivo e per questo l’indagine delle emozioni che viviamo in prima persona e l’introspezione sono dei validi metodi per comprendere i propri vissuti emotivi e per diventare delle persone che riescono a comprendere le emozioni degli altri.

L’empatia è un’abilità che si apprende dalle prime interazioni. Il bambino vive le prime esperienze empatiche con la propria figura di riferimento nel momento in cui manifesta stati di disagio e l’intervento dell’adulto soddisfa le sue necessità. Come individui abbiamo nei primi momenti della nostra vita il bisogno che siano gli altri a comprendere i nostri stati emotivi, ma crescendo assumiamo sempre di più il compito di doverci sintonizzare noi stessi con le emozioni degli altri.

Inoltre, l’empatia si può coltivare ascoltando attentamente gli altri; cercando di assumere il punto di vista altrui senza giudicare; rispettando le altre persone e i vissuti emotivi che manifestano.

Questa abilità permette a noi stessi di comprendere gli altri e di creare con loro delle relazioni soddisfacenti e durature che provocano piacere e soddisfazione a noi e agli altri migliorando notevolmente la qualità dei rapporti che istauriamo nella nostra vita.

Prima di lasciare la pagina di questo articolo vi invito a vedere questo video che può esserci d’aiuto nel definire l’empatia:

Dott.ssa Samantha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /home/psicol08/public_html/wp-content/plugins/yikes-inc-easy-mailchimp-extender/public/classes/checkbox-integrations.php on line 121