Benessere, Funzionamento psicologico, Psicologia della vita quotidiana

Professione psicologa: perché andare da una psicologa?

Settimana scorsa si è conclusa la SPIM (Settimana di Prevenzione dell’Invecchiamento Mentale promossa dall’associazione Assomensana).

Questa manifestazione mi ha permesso di incontrare 15 persone, alle quali era chiaro che io fossi una psicologa ma non per tutti era scontato ciò che avremmo fatto insieme. Per esser chiara, l’iniziativa prevede lo svolgimento di screening gratuiti durante i quali si sostengono prove di valutazione delle abilità di memoria, attenzione e linguaggio.

A fronte di questa osservazione mi sono domandata perché 15 persone si sono rivolte a me. In alcuni casi la risposta è stata scontata perché l’iniziativa aveva uno scopo ben preciso, ma per altre persone non era questa la motivazione. Perché costoro hanno approfittato dell’occasione per parlare con una psicologa?

Per rispondermi ho cercato di passare in rassegna le persone che ho incontrato. Si è rivolta a me una signora che mi ha raccontato cose che non aveva raccontato ad altri; altri mi hanno raccontato dei loro “dispiaceri”, sì credo che ad una certa età non ci siano più problemi da risolvere o ostacoli da superare ma solo “dispiaceri” ai quali rassegnarsi e con i quali convivere; poi è venuto un signore che mi ha parlato di un evento della sua vita in cui si è mostrato un Supereroe (la “s” maiuscola non è un caso) ma che ad altri non era chiaro quello che stesse facendo e pertanto ha ricevuto insulti e minacce; alcuni dopo esser entrati hanno iniziato a parlarmi, mentre altri aspettavano le mie domande sperando che fossero quelle giuste; per alcuni è stato evidente come l’avere dei dispiaceri o dei pensieri potesse compromettere il buon funzionamento delle capacità cognitive (memoria, attenzione, linguaggio).

Questa esperienza mi ha permesso di capire che la psicologia non è solo una cosa per giovani; non è vero che le persone più mature non comprendono la necessità di prendersi cure della propria mente, o psiche come la si vuol chiamare, anche se a volte con orgoglio vi dicono che sono tutte stupidate. Loro lo sanno che quei pesi sul cuore sono pesanti; loro lo sanno che quei pensieri che ronzano in testa sono più fastidiosi di uno sciame di mosche mentre mangi; loro lo sanno che è difficile deporre le armi quando si è stati guerrieri per tutta la vita; loro lo sanno quali sono le battaglie da combattere e quelle che è inutile intraprendere; loro sanno che ciò che realmente conta è l’amore e il rispetto.

Grazie a questa professione, perché nonostante l’etichetta “psicologa” possa essere soggetta molti pregiudizi tutti sanno che si sta parlando di una persona che ascolta senza formulare giudizi.

Grazie a quell’uomo grande e con le spalle grosse che è tornato a trovarmi con gli occhi pieni di commozione solo per dirmi “Grazie!”.

Grazie a chi ha condiviso come l’intimità della sua vita e mi ha permesso di guardare la mia con una prospettiva diversa.

Dott.ssa Samantha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /home/psicol08/public_html/wp-content/plugins/yikes-inc-easy-mailchimp-extender/public/classes/checkbox-integrations.php on line 118