Apprendimento, Funzionamento psicologico, Mondo della scuola

Strategie didattiche: l’anticipazione

Organizzatori mentali

Per agevolare l’apprendimento significativo di un contenuto da parte dello studente, l’insegnante può ricorrere a degli “organizzatori” (Ausubel, 1960), vedremo in questo articolo l’anticipazione.

Alcuni esempi di organizzatori sono i testi, grafici o contenuti multimediali, che organizzano idee rilevanti e significative da fungono da punti di partenza per i nuovi contenuti che saranno esposti durante  la lezione.

Gli organizzatori sono:

  • Indicazioni sulla struttura di ciò che si apprenderà;
  • Strumenti che aiutano a connettere le conoscenze con le non-conoscenze;
  • Organizzazioni per aiutare gli studenti a capire cosa sarà appreso.

Ausubel (1968) affermava che ciò che influenza maggiormente l’apprendimento di uno studente sono le conoscenze che già possiede perché queste migliorano la ritenzione dei nuovi contenuti, quindi gli insegnanti potrebbero fornire agli studenti queste impalcature dalle quali poi “edificare” i nuovi apprendimenti.

In alcuni casi gli organizzatori possono essere costruiti partendo dalle esperienze pregresse degli alunni chiedendo loro di fare un brainstorming circa una parola o una frase oppure chiedendo cosa sanno in merito ad un fenomeno o un avvenimento. In altre circostanze invece è necessario che l’insegnante investa del tempo per creare l’”impalcatura” che anticiperà gli apprendimenti; questo processo richiederà del tempo ma favorirà la ritenzione dei contenuti.

Metafora della cassettiera

Spesso con i miei alunni utilizzo la “metafora della cassettiera”, prima di spiegarvela vi chiedo di fare un piccolo sforzo di immaginazione: ipotizzate di entrare in una stanza con una valigia piena di vostri indumenti; in un caso la stanza è piena di armadi e vi viene chiesto di sistemare i vestiti come meglio credete, mentre nel secondo caso la richiesta rimane quella di svuotare la vostra valigia ma nella stanza non ci sono mobili, come sistemereste i vostri vestiti? Sparpagliati per tutta la stanza? Farete una suddivisione per colore o per funzione?

In quale circostanza i vestiti saranno in ordine? In quale circostanza vi sarà più semplice andare a recuperare il vestito che desiderate indossare?

Ora vi chiedo di sostituire gli indumenti con i contenuti di ogni lezione e i mobili con gli organizzatori introdotti da Ausubel: se gli alunni avessero a disposizione una cassettiera potrebbero organizzare i contenuti in modo appropriato e potrebbero creare delle suddivisioni al loro interno traendone il vantaggio di poter recuperare le informazioni in modo più veloce quando necessario.

A volte gli alunni stessi si creano gli organizzatori ma non sempre sono funzionali. Solitamente mi capita di parlare con gli alunni che suddividono i contenuti in base agli anni scolastici: “ciò che si è fatto in prima”, “ciò che si è fatto in seconda” e così via. Ma questa organizzazione non risulta funzionale ai contenuti rendendo complessi e difficili i collegamenti all’interno della stessa materia o tra più materie. Quindi è necessario che noi insegnanti mettiamo a disposizione degli alunni una serie di organizzatori adeguati in modo che gli alunni si possano anche render conto che le suddivisioni create non hanno limiti di capacità e non sono a compartimenti stagni potendo anche ampliarli o riorganizzarli a discrezione di ciascuno.

Spero che con questa metafora sia riuscita a rendere più chiaro il perché sia importante per noi insegnanti creare gli organizzatori utili ai nostri alunni per strutturare i contenuti delle lezioni.

Video esemplificativo

Vi lascio con un video all’interno del quale vi mostro come anche la storia non debba essere vissuta dagli alunni come una successione di eventi ai quali devono prestare attenzione in modo passivo, ma possiamo utilizzare la periodizzazione formulata dagli storici come “cassettiera/impalcatura” all’interno della quale inserire tutte le vicende storiche con le quali entreranno in contatto.

Riproponendo questa periodizzazione più volte negli anni scolastici e ad ogni scolastico anno scolastico gli alunni avrebbero l’opportunità di avere a disposizione un organizzatore che sarà aggiornato in itinere mano a mano che si amplierà la loro conoscenza storica.

Dott.ssa Samantha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, string given in /home/psicol08/public_html/wp-content/plugins/yikes-inc-easy-mailchimp-extender/public/classes/checkbox-integrations.php on line 121